Destinazione Antartide: avviso reperimento nazionale rivolto esclusivamente a personale già dipendente da Strutture sanitarie pubbliche, Enti pubblici di ricerca e Università

AVVISO DI INTERESSE PER LA PARTECIPAZIONE ALLA XXXIV SPEDIZIONE ITALIANA IN ANTARTIDE STAGIONE INVERNALE

PRESSO LA STAZIONE CONCORDIA (NOVEMBRE 2018/NOVEMBRE 2019).

 SCADENZA 18 APRILE 2018

L’Unità Tecnica Antartide (UTA) dell’ENEA procede annualmente alla composizione ed alla formazione del gruppo tecnico-logistico di supporto alle attività scientifiche. A tal fine, ENEA–UTA ha la necessità di avvalersi della collaborazione di alcune figure professionali per le attività di cosiddetto “winter over” che si svolgeranno presso la Stazione Concordia nel periodo novembre 2018/novembre 2019.

Tutte le informazioni sono disponibili al link  http://www.uta.enea.it/recruitment/

 AVVISO_REP_MEDICI_WO14

 AVVISO_REP_TECNICI_WO14

 

MINISTERO DELLA DIFESA – ANTARTIDE CONCLUSA LA XXXIII SPEDIZIONE

Con più di cinquanta progetti scientifici portati a termine si sono concluse, domenica sera (mattina in Italia) con la cerimonia di ammainabandiera presso la stazione antartica Mario Zucchelli di Baia Terra Nova, le attività della XXXIII Campagna estiva 2017-2018 del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide (PNRA) finanziata dal MIUR con il coordinamento scientifico del CNR e logistico dell’ENEA e la partecipazione delle Forze Armate.

Cuore della Spedizione, l’attività di ricerca che ha permesso di conseguire significativi risultati nei campi della fisica dell’atmosfera, biologia, glaciologia, geologia e in svariati altri ambiti per cui i gruppi di numerose università e centri di ricerca italiani hanno sviluppato i loro studi. Altrettanto importanti sono state le attività di natura logistica, di manutenzione delle strutture e di preparazione e mantenimento delle stazioni di atterraggio intermedie per i voli verso la base di Concordia e di Dumont D’Urville. In tale ambito, di particolare importanza il contributo fornito da un team specializzato di genieri dell’Aeronautica Militare alla realizzazione della pista semi-preparata di Boulder Clay, importante progetto che si sta sviluppando nel corso delle ultime spedizioni e che vedrà tale importante infrastruttura consentire una sempre maggiore flessibilità di accesso alla Stazione Mario Zucchelli, consentendole di diventare un importante hub per il movimento del personale scientifico internazionale operante nella zona settentrionale del Mare di Ross e nelle Terre Vittoria.

Ai fini del successo della spedizione, importante il contributo del Ministero della Difesa alla Campagna, che ha partecipato con 25 militari impegnati. Piloti, meteo previsori, meccanici, guide alpine, incursori e palombari di Esercito, Marina e Aeronautica hanno garantito il loro pieno supporto ai 12 voli intercontinentali atterrati sulla pista in ghiaccio della base ed alle più di 600 ore di elicottero e 300 ore di aereo effettuate per le attività di ricerca e logistiche all’interno del continente antartico. Inoltre, 70 immersioni e sortite in mare a cura di palombari ed incursori per i campionamenti ed i posizionamenti di apparati di rilevamento e la realizzazione a cura delle guide alpine di un campo remoto a 250Km dalla base.

Comnicato SMD del  14/03/2018

Antartide: ‘cambio di stagione’ con oltre 50 progetti scientifici conclusi

Il Pnra-Programma nazionale di ricerche in Antartide, attuato da Enea per gli aspetti logistici e dal Cnr per il coordinamento scientifico, chiude la 33a spedizione estiva e apre la 14a campagna invernale. L’ultimo contingente ha lasciato la base italiana Mario Zucchelli a Baia Terra Nova, mentre nella stazione italo-francese di Concordia 13 invernanti rimarranno in completo isolamento nei prossimi otto mesi per condurre studi di glaciologia, chimica e fisica dell’atmosfera, astrofisica, astronomia, geofisica e biomedicina

 Con più di 50 progetti scientifici portati a termine si conclude la 33a Campagna estiva del Programma nazionale di ricerche in Antartide (Pnra), finanziata dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca (Miur), attuata dall’Enea per gli aspetti logistici e dal Cnr per la programmazione e il coordinamento scientifico, che ha visto la partecipazione di 210 tra ricercatori e tecnici provenienti da istituzioni di ricerca di tutta Italia. Dopo un rinvio a causa del maltempo, gli ultimi 12 partecipanti alla missione, hanno lasciato la base italiana Mario Zucchelli nella Baia di Terra Nova, che per questa stagione chiude i battenti.

“Pessime condizioni meteo ci hanno visto costretti a ritardare di qualche giorno la preventivata chiusura della base; in particolare forti raffiche di vento impedivano il decollo dei velivoli verso la base antartica permanente statunitense McMurdo, da dove il nostro viaggio è proseguito per la Nuova Zelanda prima di fare rientro in Italia”, sottolinea il capo spedizione Alberto della Rovere dell’Enea.

Con la chiusura ‘stagionale’ della base italiana non si concludono però le attività di ricerca scientifica del nostro paese in Antartide, che proseguono infatti presso la Stazione italo-francese di Concordia (Dome C), la base di ricerca permanente situata nel plateau antartico a 3.300 m di altitudine dove ha preso il via la 14a Campagna invernale.

“Per i prossimi otto mesi 13 invernanti (in gergo tecnico winterover), sei italiani e un francese in forza al Pnra, cinque francesi dell’Ipev (Istituto polare francese Paul Emile Victor) e un medico austriaco dell’Esa (Agenzia spaziale europea), rimarranno in completo isolamento per mantenere attive le attrezzature sperimentali e condurre studi di glaciologia, chimica e fisica dell’atmosfera, astrofisica, astronomia, geofisica e biomedicina”, spiega Fabio Trincardi, direttore del Dipartimento di scienze del sistema terra e tecnologie per l’ambiente del Consiglio nazionale delle ricerche (Dta-Cnr).

La Campagna estiva è iniziata lo scorso ottobre coinvolgendo diversi team di studio che, sfidando difficili condizioni ambientali e avvalendosi della collaborazione delle Forze Armate, hanno lavorato per la realizzazione di oltre 50 progetti di ricerca su ecosistemi e clima. I dati raccolti in Antartide saranno elaborati nei prossimi mesi presso i laboratori italiani che hanno preso parte ai progetti.

Roma, 19 febbraio 2018

Comunicato CNR-ENEA

Antartide: ENEA studia l’atmosfera per approfondire i meccanismi dei cambiamenti climatici

Fornire un contributo alla comprensione dei cambiamenti climatici attraverso lo studio della dinamica atmosferica del continente antartico. Con questo obiettivo 5 membri del team di ricerca ENEA lavorano da ottobre all’Osservatorio Meteo-Climatologico, uno degli oltre 50 progetti che caratterizzano la spedizione italiana 2018 in Antartide con il coinvolgimento di oltre 200 tra ricercatori e tecnici.

Leggi tutto

notizia del 15 febbraio 2018

Divulgazione: Adotta una scuola dall’Antartide

L’iniziativa Adotta una scuola dall’Antartide promossa dall’Unità Tecnica Antartide dell’ENEA  nell’ambito della 33ma spedizione italiana in Anatrtide è attiva e sta raccogliendo le adesioni da parte delle scuole (da primaria a secondaria di II°) adottane dal partecipante alla spedizione oppure dalle richieste pervenute alla Direzione Enea-pnra ( download scheda AUSDA_2017_2018).

Nella XXXII spedizione hanno partecipato oltre 50 scuole in media con 2 classi ciascuna, e sono state coinvolte le basi Mario Zucchelli, Concordia (estate e inverno) e la Nave Italica.

Antartide, call per giornalisti al seguito dei ricercatori

Call per la partecipazione di giornalisti alla XXXIII Spedizione Italiana in Antartide, presso le basi gestite dal PNRA (Programma Nazionale di Ricerca in Antartide) tramite CNR ed ENEA.

Per la XXXIII Spedizione Italiana in Antartide, che si svolgerà nel periodo Ottobre 2017 – Febbraio 2018, il PNRA offre ospitalità presso le basi italiane a un/una giornalista per servizi che abbiano ampia copertura mediatica relativi alle attività di ricerca scientifica italiana in Antartide. Il/la giornalista prescelto/a sarà impegnato/a nel mese di novembre 2017, per un periodo di circa 15 giorni, viaggi da/per l’Italia inclusi. La possibilità di partecipazione è subordinata alla conferma della disponibilità da parte del PNRA.

Una commissione CNR-ENEA, costituita dai responsabili della comunicazione e delle attività tecnico-scientifiche antartiche, selezionerà le candidature di giornalisti, fotoreporter e videomaker. Le domande di partecipazione dovranno essere sottoscritte e inviate per posta elettronica all’indirizzo bando-media.pnra@cnr.it dove dovranno pervenire entro e non oltre il 10 settembre 2017, corredate da un piano editoriale vincolante che specifichi tutti gli spazi media che il/la giornalista si impegna ad assicurare.

La finalità della partecipazione del/della giornalista è garantire la più corretta rappresentazione e la più ampia visibilità delle attività del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide. Nella valutazione delle domande si terrà pertanto conto dei seguenti requisiti: la qualità e i contenuti del piano editoriale presentato dai candidati, l’autorevolezza delle testate e degli spazi media coperti, i dati di diffusione/contatti/audience degli stessi, la multimedialità della copertura assicurata e quindi la realizzazione di servizi mirati a varie tipologie di mezzi (carta stampata di diversa periodicità, radio, tv, siti internet, blog, social network, ecc.).

Per i freelance è necessario che il piano editoriale sia confermato dalle lettere di accredito dei Direttori responsabili delle testate su cui si basa la proposta. La preferenza sarà assegnata ai giornalisti che non siano stati ospitati nelle precedenti spedizioni.

Le condizioni estreme che possono verificarsi in Antartide richiedono inderogabilmente un buono stato di salute generale, che sarà verificato da un’apposita commissione medica.

Si precisa che resteranno a carico del candidato: le spese per la suddetta visita di idoneità sanitaria presso Istituto di Medicina Aerospaziale dell’A.M. (sedi Milano o Roma); la copertura assicurativa contro infortuni, malattie e responsabilità civile; il viaggio aereo per/da il porto australe di Christchurch (Nuova Zelanda); il soggiorno in Nuova Zelanda in attesa del trasferimento verso il continente antartico (in genere 1-2 gg).

Tutto il materiale prodotto dovrà essere messo a disposizione del PNRA per usi istituzionali e fornito secondo le modalità che verranno comunicate in seguito da ENEA e CNR.

Il trattamento dei dati avviene, nel rispetto della vigente normativa, esclusivamente per le finalità della selezione.

Destinazione Antartide: avviso reperimento nazionale rivolto esclusivamente a personale già dipendente da Strutture sanitarie pubbliche, Enti pubblici di ricerca e Università

AVVISO DI INTERESSE PER LA PARTECIPAZIONE ALLA XXXIII SPEDIZIONE ITALIANA IN ANTARTIDE STAGIONE INVERNALE PRESSO LA STAZIONE CONCORDIA (NOVEMBRE 2017/NOVEMBRE 2018).

SCADENZA 18 APRILE 2017

L’Unità Tecnica Antartide (UTA) dell’ENEA procede annualmente alla composizione ed alla formazione del gruppo tecnico-logistico di supporto alle attività scientifiche. A tal fine, ENEA–UTA ha la necessità di avvalersi della collaborazione di alcune figure professionali per le attività di cosiddetto “winter over” che si svolgeranno presso la Stazione Concordia nel periodo novembre 2017/novembre 2018.

Tutte le informazioni sono disponibili al link  http://www.uta.enea.it/reperimento-nazionale

Avviso reperimento Tecnici

Avviso reperimento Medici

Stazione Mario Zucchelli


St. italo-francese Concordia